Il Formatore interculturale è un ruolo lavorativo ancora poco conosciuto e tale attività è relativamente poco studiata nei paesi dell'UE, come evidenziato nel IO1- Ricerca e studi della della mobilità transanazionale- ricerca comparativa di base condotta dalla partnership sulla mobilità interculturale nella prima parte di questo progetto.

La figura del fornitore di IFP (Istruzione e Formazione Professionale) esiste in tutti i paesi partner, ma in ogni paese c’è un modo diverso di identificarlo.

Un obiettivo chiave del partenariato per la mobilità interculturale è quello di approfondire la comprensione del profilo professionale durante un programma di studio.

 

L’ Intellectual Output - 02 Competenze Interculturali relative ai fornitori di IFP ed alle organizzazioni del settore è nato per cercare nella formazione e istruzione professionale il ruolo e la dimensione che il formatore deve avere nella dimensione della mobilità interculturale.

 

Dalle informazioni raccolte durante le attività di ricerca, è stato costruito un profilo professionale del formatore   interculturale e descritto nel Quadro delle competenze culturali. Da questo documento, i partner stanno attualmente lavorando allo sviluppo di 3 moduli che consentiranno ai formatori di formare altri formatori   in termini di consapevolezza culturale, gestione di progetti interculturali e riconoscimento delle competenze interculturali.

 

Gli ultimi due Intellectual Output – “03 Strumenti per la trasparenza ed il riconoscimento dell’apprendimento non formale ed informale per gli erogatori di istruzione e formazione professionale” e “04 Strumenti pratici per le competenze interculturali degli erogatori di istruzione e formazione professionale” consentiranno ai partner di dare miglior riconoscimento e utilità alla figura del fornitore di IFP interculturale, consapevole delle problematiche e delle dinamiche culturali, nonché delle competenze informali ed informali che possono essere sviluppate e acquisite nell’ambito di un’esperienza interculturale.

I 3 moduli formativi sono attualmente in fase di definizione da parte dei formatori della EAL Academy con il supporto dell’intero partenariato. Questi moduli sono:

Sviluppare un’efficace consapevolezza culturale

Sviluppare e gestire programmi IFP di mobilità interculturale

Utilizzare strategie e strumenti appropriati per riconoscere e validare l’apprendimento dei partecipanti maturato attraverso esperienze interculturali di IFP in mobilità

 

Prossimi passi :

A livello locale, esperienze pilota si terranno in Francia, Italia, Gran Bretagna e Cipro al fine di testare i moduli (contenuti e adeguatezza dei risultati formativi) con i fornitori di IFP che gestiscono o intendono sviluppare mobilità interculturale nell’ambito della loro iniziative di Istruzione e Formazione Professionale. I partner saranno quindi in grado di dare dei feedback costruttivi ai formatori della EAL Academy, i quali potranno quindi approntare la versione finale del percorso formativo. Tale percorso sarà quindi presentato durante il seminario internazionale di chiusura del progetto, che si terrà nel Giugno 2018 a Cipro.

Back to top